venerdì 18 aprile 2008

Maestri si nasce...


Ieri sera mentre tornavo a casa in sella alla mia Bea pensavo e ripensavo a tutte le cose fatte, in realtà tre o quattro al massimo, alle espressioni delle ragazze durante la "lezione/ripasso" e alla mia faccia, che deve aver assunto un colore paonazzo per circa un'ora di seguito.

Mentre percorrevo la lunghissima nomentana pensavo "che disastro che ho combinato... si saranno annoiate a morte!", poi pensavo "che bello però, che sensazione!". La sequenza che ho proposto era molto scolastica e anche un pò banale... ma il vuoto si è impossessato di me, e anche il serpente, mi avranno odiata per quanto lo abbiamo studiato!

Sì, maestri si nasce e io forse non lo nacqui. :-)
Ma si può sempre imparare, e ieri come prima volta è stato più un insegnamento per me che per le ragazze che facevano lezione. Ho imparato prima di tutto, che ancora devo studiare tanto, devo prendere coscienza del mio corpo e delle cose che conosco, che so fare e poi che posso trasmettere. Al momento sono al secondo step, sto prendendo coscienza del mio corpo e di ciò che conosco... quindi ho ancora parecchia strada da percorrere.

Bella esperienza, qualcosa di totalmente nuovo a cui non avevo mai pensato prima, e che mi fa apprezzare ancora di più il lavoro degli insegnanti (primi fra tutti i miei), quella capacità straordinaria di trasmettere quello che è diventato parte di loro, con passione. Veramente, mi si è aperto un mondo, un punto di vista nuovo tutto da studiare e analizzare per fare le cose bene.

6 commenti:

Anonimo ha detto...

Diciamo che in alcuni momenti eri così terrorizzata che somigliavi al cane della foto!!! Sai che scherzo! Per me sei stata brava, alla tua prima lezione ti sei posta nel modo giusto...come una "collega" e non come un'insegnante...e questa cosa è stata recepita! Alla prossima lezione....io sono stata una brava allieva????
CIPOFRA

Francesca ha detto...

ma quale allieva!!!
tu sei stata amica/supporter/sorriso confortante!!!
mitica cipofra!!! :-)

Vale ha detto...

Oltre che una bella esperienza dev'essere stato anche un grande onore...dato che stavi sostituendo una maestra DOC!
Ma io so per certo che te la sei cavata alla grande...anche io "ti conosco, sà?" :-D

Questa è solo l'ennesima di una luuuunga serie di grandi soddisfazioni danzanti...e io sono strafelice e orgogliosa! ricordati che devi insegnarmi il passo ZAKI!!!!
:-)

luce ha detto...

Per un insegnante la cosa più importante è amare ciò che insegna e trasmettere la passione per la propria disciplina in modo da coinvolgere ed entusiasmare gli altri. Io credo, in base a quello che scrivi, che il tuo amore per questa danza sia sconfinato e sono sicura che questo sia il tuo primo grande punto di forza

Nina ha detto...

Brava Franci, sapevo che sarebbe stato tutto bene, la prima volta è una lezione un pò per tutti credo ma la passione e l'amore che uno trasmette travalica tutto l'imbarazzo della prima volta.
Brava vedrai che prossimamente la seconda volta andrà meglio! ;)
:@

Nina ha detto...

Ho scritto in un italiano incomprensibile :) scusate am coem al solito vado di frettissima...ma spero che il senso sia chiaro insomma questo è stato solo l'inizio per te ne sono sicura ;)

LinkWithin

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...